un posto per sentirsi "a casa"

La casa situata in posizione panoramica è caratterizzata da una presenza ben integrata nel paesaggio e nel contesto culturale. Inserito in un paese altoatesino con circa 600 persone la casa esprime e racconta la storia dei suoi abitanti.

All’ inizio c'era il desiderio di creare un posto per sentirsi "a casa". Un posto molto personale per trovare tranquillità, per poter stare con se stessi.

Il corpo monolitico è esternamente rivestito in cirmolo nostrano segato a nastro. Incisioni e trasparenze permettono alla natura di diventare parte dello spazio interno realizzando un passaggio fluido tra natura ed architettura. L’interno splende per la chiarezza e audacia di spazio e materialità. I materiali principali sono la struttura in calcestruzzo a vista e le finiture in cirmolo massiccio nostrano. Creano un’atmosfera di chiarezza libera da ogni tradizionalismo, senza paura di confronto. Contrappunti che si rafforzano, duro e tenero, ruvido e liscio, freddo e caldo, intenso e leggero, aperto ed intimo.

Abbiamo lavorato con gran piacere alla realizzazione di un sogno, dando il nostro contributo alla sostenibilità e alla creazione di atmosfera.

  • Committente: Privato
  • Architettura: Heinrich Mutschlechner
  • Luogo: Alto Adige
  • Foto: Oliver Jaist, Madleen Bommert